Consiglio di Stato, Sezione Quinta, sentenza 20 marzo 2019 n.1821

In materia di riconoscimento del beneficio della permanenza nella propria sede di servizio richiesto da un dipendente di una Pubblica Amministrazione, il quale versa in una situazione familiare monoparentale correlata alla recente nascita di un figlio, non è invocabile la tutela prevista dall’art. 42 bis, d.lgs. n. 151/2001, applicabile esclusivamente ai casi di famiglie bigenitoriali e ove venga richiesto il trasferimento – e non come nel caso de quo la conservazione del posto di lavoro – per favorire il ricongiungimento familiare. L’art 42 bis cit., non è suscettibile di interpretazione estensiva preclusa dal limite letterale della previsione né, tantomeno, di interpretazione analogica, alla quale fa difetto – mancando, per definizione, l’esigenza di favorire la “cooperazionegenitoriale nel gravoso compito curativo ed educativo – l’identità di ratio che possa autorizzare l’estensione alle famiglie monogenitoriali.

massima di Nicoletta Palazzo©

testo integrale

Cons Stato V sentenza 1821.2019

This Post Has Been Viewed 35 Times