Corte di Cassazione, Sezioni Unite, sentenza 7 febbraio 2019 n.3706

Nel procedimento di cancellazione di un iscritto dall’Albo degli Avvocati in possesso del titolo di Avocat rilasciato in Romania dall’U.N.B.R. – struttura “Bota”, ove il Consiglio dell’Ordine rilevi la mancanza di un requisito necessario per il mantenimento dell’iscrizione, prima della deliberazione finale deve invitare l’interessato a presentare eventuali osservazioni, e, se questi ha richiesto espressamente di essere ascoltato, deve procedere alla sua audizione in applicazione dell’art. 17, comma 12, legge 247 del 2012. La procedura di cancellazione regolata dall’art. 17 cit., non è una procedura disciplinare le cui disposizioni si estendono alla prima “in quanto applicabili”, nel senso che la disciplina del procedimento disciplinare è chiamata ad integrare la regolamentazione dell’art. 17 solo in quanto manchi una norma specifica nella disciplina sulla iscrizione e cancellazione dall’albo per assenza dei requisiti di legge e solo in quanto non vi sia rapporto di incompatibilità tra le due normative.

massima di Nicoletta Palazzo©

testo integrale

Cassazione ss.uu. sentenza 3706-2019

This Post Has Been Viewed 47 Times