Corte di Cassazione, sez. VI Civile, sentenza 16 febbraio 2015, n. 3081

scuola classeGli obblighi di sorveglianza e di tutela dell’Istituto scolastico scattano solo quando l’allievo si trovi all’interno della struttura, mentre tutto quanto accade prima, per esempio sui gradini di ingresso, può, ricorrendone le condizioni, trovare il suo addentellato giuridico nell’art. 2051 c.c., relativo alla responsabilità del custode. In tal caso, non sussiste responsabilità contrattuale o extracontrattuale, ai sensi dell’art.2043 c.c., in quanto l’ampliamento dei concetti richiamati, vorrebbe significare anticipare l’operatività del vincolo negoziale, e del connesso regime di responsabilità, ad un arco spaziale e temporale dai contorni indefiniti, nel quale, il personale della scuola non è in grado di esercitare seriamente le sue proprie funzioni.

testo integrale Continua a leggere