Corte di Cassazione, Sezioni Unite, ordinanza 3 ottobre 2021 n. 31451. Principio di diritto dell’Adunanza plenaria e mancato rispetto della Sezione semplice del Consiglio di Stato, questione di giurisdizione.

Le conseguenze del mancato rispetto, da parte della Sezione semplice del Consiglio di Stato, del principio di diritto enunciato con forza nomofilattica dall’Adunanza plenaria restano estranee ai «motivi inerenti alla giurisdizione» (art. 111, Cost.), identificandosi, piuttosto, in una violazione qualificata dell’art. 99, co. 3, cod. proc.amm., comunque confinata nel plesso della giurisdizione amministrativa, estranea ai compiti della Corte regolatrice.

Rosalba Carriera

Nel rispetto del paradigma di cui all’ultimo comma dell’art. 111 Cost., possono essere cassate o per motivi inerenti alla esistenza stessa della giurisdizione, ovvero quando il giudice amministrativo ne oltrepassi, in concreto, i limiti esterni, realizzandosi la prima ipotesi qualora il giudice eserciti la propria giurisdizione nella sfera riservata al legislatore o alla discrezionalità amministrativa (oppure, al contrario, la neghi sull’erroneo presupposto che la materia non può formare oggetto, in via assoluta, di cognizione giurisdizionale), verificandosi, invece, la seconda ove l’organo di giustizia amministrativa giudichi su materie attribuite alla giurisdizione ordinaria o ad altra e diversa giurisdizione speciale (oppure neghi la propria giurisdizione sull’erroneo presupposto che essa appartenga ad altri), ovvero quando, per materie attribuite alla propria giurisdizione, compia un sindacato di merito pur essendo la propria cognizione rigorosamente limitata alla indagine di legittimità degli atti amministrativi. L’eccesso di potere giurisdizionale per invasione della sfera di attribuzioni riservata al legislatore ricorre solo allorquando il giudice speciale abbia applicato non la norma esistente, ma una norma da lui creata, esercitando un’attività di produzione normativa che non gli compete; l’ipotesi non ricorre quando il giudice si sia attenuto al compito interpretativo che gli è proprio, ricercando la voluntas legis.

massima di redazione

testo integrale

Cass SSUU ordinanza 31451-2021

This Post Has Been Viewed 348 Times