Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Calabria, sentenza 10.6.2015 n. 112. Il giudice contabile valuta liberamente le prove raccolte nel processo penale.

Mancando una disposizione che disciplini l’utilizzabilità nel processo contabile  di prove raccolte nel giudizio penale, la cui fonte normativa del principio di atipicità della prova è individuata nell’ampio e generico tenore dell’art. 116. c.p.c.. Nel giudizio contabile è possibile avvalersi, al…

Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Regione Lazio, sentenza n.228 del 22.4.2015. Un assessore comunale risponde di danno erariale se la sua condotta rivela la volontà di incidere sulla gestione di un appalto.

Il rapporto fra giudizio contabile e penale è normativamente ispirato alla piena autonomia, attesa la diversa finalità dei rispettivi giudizi, ed anche la sentenza penale di assoluzione perché “il fatto non sussiste” non produce effetto preclusivo per il giudice contabile,…