prof. Johannes Michael Rainer, Stato e diritto: il diritto romano in Europa – Lectio magistralis per l’inaugurazione dell’Anno Accademico della Facoltà di Giurisprudenza di Trento, 2015.

 

Il diritto romano è il risultato dell’insegnamento universale di giuristi ed uomini di stato e la più ricca collezione di principi generali del diritto sperimentati sui singoli casi .Tutti gli istituti del diritto romano sono confluiti in tutto il mondo fino ai giorni nostri: nel sistema di common law, nei codici dell’europa ottocentesca, nell’ordinamento cinese e giapponese, nei quali il metodo deduttivo per applicare le norme del codice è sempre quello di Servio e dei giureconsulti roamni. Nel diritto islamico, la sharia nella parte che si occupa del diritto civile, risente delle forme e contenuti del contratto, proprietà, successioni di derivazione romanistica. Ove si dovesse istituire il codice civile europeo il diritto romano continuerà a vivere in esso, nel metodo e contenuti.

Consiglio di Stato, Sezione Quinta, sentenza 28 ottobre 2016 n.4553. In un appalto integrato di progettazione e lavori, le relazioni specialistiche, ivi compresa la relazione geologica, devono essere elaborate a cura dei concorrenti in sede di offerta tecnica, a pena di esclusione, se l’obbligo specifico sia imposto dal bando.

Gli operatori concorrenti ad una procedura di affidamento di un appalto integrato di progettazione e lavori devono allegare al progetto esecutivo presentato in sede di gara la relazione geologica se contenente integrazioni o modifiche alla corrispondente relazione facente parte del progetto definitivo posto a base di gara. Ragioni riconducibili alla osservanza del principio di certezza e sicurezza giuridica di derivazione sovranazionale impongono che,geologo in caso di modifiche o integrazioni di tale rilievo, l’esclusione dalla gara può essere giustificata non già dall’integrazione della lex specialis ad opera di quella regolamentare contenuta nell’art.35, d.P.R. n. 207 del 2010 e relativa ai livelli di progettazione in materia di appalti pubblici di lavori, ma per la carenza di un elemento essenziale dell’offerta. L’individuazione di requisiti di partecipazione alla gara deve essere svolta sulla base di previsioni contenute nel bando, e non all’esito di indagini di ordine sostanziale sui contenuti delle prestazioni oggetto del contratto d’appalto con esiti contrastanti con i principi europei di certezza.

Continua a leggere